Passa ai contenuti principali

In primo piano

LA REVOCA DELL'IMMUNITA' A MARINE LE PEN AUMENTA LA SUA PROBABILITA' DI VITTORIA

Il Parlamento europeo ha messo a nudo il leader del Fronte Nazionale e deputato europeo Marine Le Pen della sua immunità parlamentare dopo una richiesta dai procuratori francesi.
I pubblici ministeri a Nanterre vogliono sporgere denuncia contro di lei per "la pubblicazione di immagini violente."
Le accuse portano una multa massima di 75.000 euro ($ 79.000) e una condanna a tre anni di carcere.
Le Pen ha solo condiviso le foto raccapriccianti di Daesh (ISIL / ISIS) mentre uccide con i suoi seguaci su Twitter a dicembre 2015.
"Daesh è QUESTO!" Le Pen ha twittato, insieme a foto grafiche delle esecuzioni di Daesh usate per illustrare il suo punto di vista.
Le tre foto hanno mostrato il corpo decapitato del giornalista James Foley e altri due prigionieri.
Le Pen in seguito ha cancellato le foto dopo una denuncia dai genitori di Foley, ma ha difeso le sue azioni, dicendo che non sapeva chi erano le vittime e che le foto erano facilmente reperibili su internet.
E …

LA RINNOVATA PRESENZA DELLA FEDERAZIONE RUSSA NELL'OCEANO PACIFICO


La Russia sta espandendo la sua presenza militare nel Pacifico in un modo che non si vedeva dai tempi della guerra fredda.
Dalla California a Guam e l'Alaska, bombardieri russi a lungo raggio, aerei da guerra di ricognizione marittima e sottomarini armati nucleari sembrano essere ovunque.
L'aumento della presenza della Russia nel Pacifico è ben riassunta dalle parole del suo inviato a Washington.
Commentando il ritorno dell'America nella regione, l'ambasciatore Sergey Kislyak ha detto: "Si sta facendo perno in Asia, ma noi siamo già là".
Secondo la NATO, pattugliamenti aerei russi fuori dei suoi confini erano al loro livello più alto dal momento della dissoluzione dell'Unione Sovietica nel 1991.
Nel mese di luglio 2015, due coppie di bombardieri intercontinentali russi Tupolev Tu-95 hanno volato lungo la West Coast degli Stati Uniti per diverse ore.
La US Air Force ha mandato alcuni jet F-22 Stealth in risposta a monitorare quei bei aerei.
La presenza dei bombardieri russi - in grado di trasportare armi nucleari, anche se è improbabile che erano armati - è un segno minaccioso delle accresciute tensioni tra la Russia e gli Stati Uniti
I caccia American F-22 hanno sorvolato circa 10 volte nel 2015 - due volte più spesso nel 2013 - per monitorare e fotografare i bombardieri russi Tu-95, e MiG-31 jet da combattimento che sorvolavano il mare di Bering.
Gli Aircraft vanno e vengono, ma sono i nuovi potenti sottomarini russi nel Pacifico che stanno scatenando il campanello d'allarme del Pentagono.
L'ammiraglio Viktor Chirkov, il capo della marina russa, ha recentemente dichiarato che le pattuglie sottomarine russe erano aumentate del 50 per cento dal 2013.
Nel settembre 2015 la Russia ha mandato 'Alexander Nevsky', il suo sottomarino nucleare mortale al teatro del Pacifico, con a bordo 16 missili balistici intercontinentali Bulava.
Ogni missile è armato da sei a 10 testate nucleari, il che significa che ogni missile può colpire fino a 160 città nemiche fino a 8300 km di distanza.
Questo è un sacco di potenza di fuoco per un sottomarino.
L'arrivo della Boreis segna il primo importante aggiornamento delle forze della flotta russa nel Pacifico in più di tre decenni.
In un affascinante rapporto, War is Boring, cita un esperto, che fa notare che la Russia è l'unico paese del pianeta, con la possibilità di costruire un sottomarino nucleare abbastanza tranquillamente in grado di eludere il rilevamento degli Stati Uniti.
A marzo 2015 un resoconto della testata giornalistica The Diplomat descrive il 'Alexander Nevsky' come "l'Ottobre Rosso di Putin" mentre la Russia oggi chiama il nuovo sottomarino SSBN-class il "più avanzato strumento di deterrente nucleare del pianeta".
Diversi Borei SSBN sono tenuti a seguire nei prossimi anni per sostituire i più anziani - potenti e ancora - Delta-III SSBN attualmente operanti nel Pacifico.
L'arrivo di queste navi sottomarine relativamente piccole ma super silenziose indubbiamente complicherà le operazioni della US Navy nel Pacifico.
Messaggio dietro l'accumulo
La tenaglia russa aria-mare combinata non necessariamente costituisce una minaccia per la US Navy nel Pacifico.
Il Pacifico è un vasto teatro e Mosca ha certamente il diritto di dotare le proprie forze con le armi necessarie per la difesa e la deterrenza.
Ma poichè i voli strategici dei bombardieri e delle pattuglie sottomarine sono costosi per condurli regolarmente, c'è più di un motivo per cui Mosca sta portando avanti tutto ciò.
Il primo, queste ronde sono un ottimo modo per testare le difese degli Stati Uniti.
Gli Stati Uniti così come i loro aerei alleati e le reti di difesa navale si illuminano come un albero di Natale ogni volta che bombardieri russi e mezzi navali passano vicino a loro.
I russi sistemi di raccolta informazioni, come aerei, navi e satelliti spia sono in grado di raccogliere ricchi dati dati durante tali occasioni.

Due, la Russia sta proiettando la sua potenza globale di nuova assertiva.
Nel mese di aprile 2015, l'ammiraglio Bill Gortney, il capo del NORAD, ha detto ai giornalisti che la Russia stava usando la sua flotta di bombardiere a lungo raggio per "avvertire" gli Stati Uniti sulle capacità militari internazionali di Mosca. "Ci stanno avvertendo. Ci stanno avvertendo che sono una potenza globale", ha detto Gortney, notando che gli Stati Uniti ha fatto "la stessa cosa" con la Russia in Europa.
In terzo luogo, aumentando la tensione nel Pacifico e costringendo gli Stati Uniti a concentrare la loro attenzioe su questa regione, la Russia può fare in modo che gli Stati Uniti espongano la schiena in Ucraina e in Siria.
Secondo il generale Herbert Carlisle della US Air Force, "si tratta di una combinazione di cose". Egli collega il l'aumento del traffico russo per la situazione in Ucraina. "Abbiamo un sacco di rapporti su quello che sta succedendo in Ucraina," dice. Inoltre, egli ritiene che la Russia sta dimostrando le sue capacità e raccogliendo informazioni sulla esercitazioni militari americane.
Come le accresciute tensioni in Ucraina, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha detto in una dichiarazione a novembre che i bombardieri strategici russi avrebbero ripreso a pattugliare sia l'Atlantico che il Pacifico. "Nella situazione attuale dobbiamo mantenere la presenza militare nel Pacifico orientale dell'Atlantico occidentali, così come i Caraibi e il Golfo del Messico", ha detto.
L'impennata del Pacifico è molto meno di quello che stavano facendo nella guerra fredda, quando Mosca aveva oltre 800 navi da guerra nella regione.
Commentando l'attività militare russa nella zona del Mare di Bering, Dmitry Gorenburg, un analista di ricerca presso il Centro per le analisi navali a Washington ha detto: "Non credo che stiano minacciando chiunque. Vogliono solo fare in modo che nessuno venga lì. l'Artico riguarda loro. "
fattore Cina
L'aumento dell'attività navale russa si presenta quando gli Stati Uniti si confrontano anche con una rapida espansione della marina cinese.
Nel corso degli ultimi due anni, la Repubblica Cina ha costruito cinque isole artificiali nel Mar Cinese Meridionale per aumentare la sua proiezione di potenza nel Pacifico.
Navi da guerra cinesi e aerei d'attacco marittimo stanno piazzando pattuglie nella regione Asia-Pacifico, in risposta alle manovre aeree degli Stati Uniti e dei movimenti navali nella regione.
Pechino e Mosca si sviluppano sempre più vicini, con la possibilità che di lavorare in tandem che potrebbe rivelarsi un mal di testa più grande per Washington rispetto al fatto che la Russia o la Cina agiscano da soli.



Fonte:http://rbth.com/blogs/continental_drift/2016/02/04/why-russia-is-steaming-back-into-the-pacific_564469

Commenti